Scrivere per i Lettori non significa avere Successo con un Blog


Anch’io, come tutti i miei lettori, a suo tempo ho cercato guide e consigli su come creare un blog di successo, e ricordo che le regole che leggevo erano più o meno sempre le solite. Io devo dire che per me questi consigli non hanno funzionato molto, anzi, penso che se li avessi seguiti ininterrottamente senza cambiare opinione ora non sarei qui a scrivere su questo blog.

Scrivere per i Lettori Non significa avere Successo con un Blog

Con l’introduzione sopra ho voluto dire che ho letto ormai qualche centinaia di volte le frasi “content is the king“, oppure “per avere successo si deve scrivere per i lettori e non per i motori di ricerca“, ma in realtà mettendo in pratica questi consigli non ho tirato fuori un ragno dal buco.

Vedo già gli sguardi distorti di chi sta leggendo questo articolo, ma per quanto mi riguarda è così. Il ragionamento che voglio fare, e che voglio far fare, è questo: Se i motori di ricerca e gli utenti parlano due “lingue” diverse, come si può scrivere per i lettori e farsi indicizzare dai motori di ricerca?

Io la risposta me la sono data con l’esperienza, e il mio personale consiglio è il seguente: Se vuoi avere un blog di successo scrivi per i motori di ricerca, ma cerca di creare un contenuto comprensibile. Per spiegare meglio quello che sto dicendo voglio portare degli esempi. Pensate di dover mettere un titolo a quest’articolo, il titolo di questo articolo è scritto soltanto per i lettori, però chi è interessato a questo argomento probabilmente troverà questo articolo con molta difficoltà su un motore di ricerca, perchè le parole che compaiono nel sito non corrispondono a quelle che solitamente vengono digitate.

Quello che vi consiglio di fare se volete che i vostri articoli vengono correttamente compresi da Google e dagli altri motori di ricerca è quello di scrivere articoli molto ottimizzati, con dei titoli che riprendano l’argomento, e molto molto molto ricchi di keywords.

Ovviamente non voglio che fraintendiate quello che sto dicendo, ovvero quando avete terminato di leggere questo articolo non dovete cominciare a scrivere come una macchina, scrivendo la keyword che siete interessati a posizionare 180 volte su 300 parole, ma voglio soltanto dire che scrivere dei testi, e soprattutto dei titoli, molto esplicativi e chiari per gli utenti spesso vuol dire essere nettamente fraintesi e non correttamente indicizzati dai motori di ricerca.

Spesso è necessario operare una scelta, scrivere chiaramente e molto esplicativo avendo una piccola cerchia di lettori molto affezionata, oppure scrivere in maniera “meno naturale” ed avere un grande traffico dai motori di ricerca? Probabilmente la risposta è molto soggettiva, e dipende dall’obiettivo che vogliamo raggiungere con il nostro blog.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *